Burn After Reading, di Ethan e Joel Coen

Burn After Reading“Forse abbiamo imparato a non farlo più, anche se non so che cazzo abbiamo fatto”
A. Do. Ra. Bi. Le. Una sceneggiatura riuscitissima, un buon ritmo, bei movimenti di macchina, ma soprattutto un cast azzeccato, ad iniziare da Brad Pitt, che riempie la scena nel ruolo dello stupidottolo palestrato (“ho sbagliato qualcosa?”), o da George Clooney, adultero fissato con i pavimenti (“chi sei tu? Per chi lavori?”), fino a J.K. Simmons, che chiude il film con delle riflessioni memorabili (“Cristo, che cazzo di casino!”). Nel mezzo tanta ironia, numerosi equivoci, metafore satiriche e momenti di violenza quasi inaspettati. Da adesso in poi, per favore, ci guardiamo tutti un po’ così? Grazie.

Ehi, grazie di aver letto sin qui. Se questo post ti è piaciuto, puoi supportarmi facendolo girare sui social e sul webbe, perché sì la felicità è reale solo quando...

Condividimi!

5 commenti

  1. daddun 25/09/2008
  2. Relative Stranger 27/09/2008
  3. Ale55andra 28/09/2008
  4. CineSerialTeam 30/09/2008
  5. valentinaariete 08/10/2008

E tu cosa mi dici?

Per commentare ti basta inserire i dati contrassegnati dall’asterisco e, se ti va, la url del tuo blog. Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato né usato per altri scopi, giurin giurello. Facendo click su “pubblica il commento” accetti il trattamento dei dati inseriti come descritto nella privacy policy. Ogni commento è prezioso per me. Grazie.