Serial Killer. Storie di Ossessione Omicida (2003)

Un vero e proprio manuale. Questo piccolo gioiello, scritto a quattro mani da Carlo Lucarelli e Massimo Picozzi, non tralascia quasi nulla: dalla storia della criminologia alle classificazioni dei crimini, dalle tabelle delle malattie mentali al lavoro dei primi profilers. La maggior parte dei capitoli, di natura tecnica, fornisce a supporto del lettore le biografie di alcuni dei killer più famosi al mondo, senza mai eccedere in dettagli macabri o morbosi: Fritz Haarmann e Vincenzo Verzeni (anatomia del serial killer), Aillen Wuornos e Milena Quaglini (serial killer al femminile), Andrea Matteucci ed Edmund Kemper (apparentemente sani), Gaspare Zinnanti ed Edward Gein (apparentemente folli), Roberto Succo e Jacob Unterweger (cross nation). Particolarmente ghiotto poi l’excursus sulla legislatura americana, europea ed italiana. Unico ma imperdonabile assente è Ted Bundy, cui si accenna in diversi capitoli senza però fornire nè un profilo nè una breve biografia… Un peccato. Un saggio da non perdere assolutamente per i cultori del genere. Ma siate preparati, alla fine vi convincere di essere potenziali assassini…

Ehi, grazie di aver letto sin qui. Se questo post ti è piaciuto, puoi supportarmi facendolo girare sui social e sul webbe, perché sì la felicità è reale solo quando...

Condividimi!

6 commenti

  1. fataAfette 24/04/2007
  2. sulpicia 30/04/2007
  3. StepHania Loop 30/04/2007
  4. utente anonimo 30/05/2007
  5. StepHania Loop 31/05/2007
  6. utente anonimo 31/05/2007

E tu cosa mi dici?

Per commentare ti basta inserire i dati contrassegnati dall’asterisco e, se ti va, la url del tuo blog. Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato né usato per altri scopi, giurin giurello. Facendo click su “pubblica il commento” accetti il trattamento dei dati inseriti come descritto nella privacy policy. Ogni commento è prezioso per me. Grazie.